Elogio funebre e tumulazione di Birgilio Giustiniani Borgia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Elogio funebre e tumulazione di Birgilio Giustiniani Borgia

Messaggio  Tacuma il Dom Ott 12, 2014 12:53 pm

Tacuma ha scritto:
5 dicembre 1459
Questa mattina di dicembre, cosi' rigida e grigia sembra quasi accordarsi con gli animi della famiglia Giustiniani Borgia

Alle spalle della cappella di famiglia si accede attraverso un cancelletto al cimitero sconsacrato  di famiglia.
Questo si adagia lungo il lago, ed e' l'angolo silenzioso della residenza dove parla solo la memoria.
Fermarsi qui, immersi dai ricordi e' come ritrovare i nostri cari, ascoltarli ridere e parlare, averli accanto, guide delle nostre anime e fari per il nostro cammino.
E qui a breve tutti daranno  l'ultimo saluto  a Birgilio,
uomo discreto e tranquillo e che  con quella amabile discrezione con la quale era vissuto, era morto dopo una breve malattia, lasciando attonita non solo la famiglia, ma anche la citta' dove da anni viveva.

Evento estremo ed ineluttabile dell'esistenza stessa, di cui rappresenta il lato piu' doloroso, la morte, ha necessità di essere comunicata.

Ed oggi, con tristezza, i Giustiniani Borgia sono qua a comunicare e ricordare soprattutto, che Birgilio de' Giustiniani Borgia ha terminato la propria esperienza terrena.
Parliamo di esistenza terrena poiche' noi siamo certi che  un uomo cosi' non sara' negato il paradiso solare.
Il silenzio e' rotto solo dal rumore quasi impercettibile delle acque del lago e dallo scricchiolio dei passi sul selciato.
Tutto e' immobile, persino la luce bianca del mattino sembra immobilizzare ogni cosa.
La casa sul lago di Spezia, immersa tra le palme, la palmaria come veniva chiamata, oggi piange il suo amato Birgilio.
Il feretro  circondato da ceri, e'  poggiato ai piedi di Tacuma che emozionato, si guarda intorno, sospira e,aperto il libro delle virtu', inizia la lettura con voce fievole

Il battesimo permette alla virtù di riscattare il peccato, permette all’amore di vincere l’accidia. Un virtuoso non battezzato non vedrà cancellati i suoi errori, poiché non ho benedetto la sua entrata nella comunità dei Miei fedeli. Ma non credere che il fatto di essere battezzato ti autorizzi a peccare senza vergogna. Questo sacramento è solo il mezzo per vivere nella virtù. Ma tutti quelli che non sono stati battezzati, siano essi bambini o adulti, se non hanno assolutamente mai commesso peccati, potranno lo stesso accedere al Paradiso.
Ed il nostro amato birgilio era uomo di onore che mai commise peccati.

Fu di esempio alla comunità per un  comportamento esemplare di vita aristotelica, egli che non ebbe mai il sacramento del santo battesimo, Birgilio che coi suoi modi e la sua generosita' e era un fedele aristotelico  anche se inconsapevole.
Con la sua specchiata condotta morale e' spesso stato un esempio per molti e non solo nell'ambito della sua famiglia.


fa una pausa per deglutire quel nodo di dolore che gli blocca la parola.

Accenderemo ora i ceri poiche' la luce e' il segno dell'amicizia e l'amicia e' la luce del mondo, la fiamma che il nostro cuore riscalda. E' la luce che rischiarera' ora la strada di Birgilio affinche' possa condurlo  subito al Regno di Dio!
Tace ed attende che Paxia, sorella del caro defunto,si avvicini per accendere i ceri.


Fu di esempio alla comunità per un  comportamento esemplare di vita aristotelica, egli che non ebbe mai il sacramento del santo battesimo, Birgilio che coi suoi modi e la sua generosita' e era un fedele aristotelico  anche se inconsapevole.
Con la sua specchiata condotta morale e' spesso stato un esempio per molti e non solo nell'ambito della sua famiglia.[/b]
fa una pausa per deglutire quel nodo di dolore che gli blocca la parola.
Accenderemo ora i ceri poiche' la luce e' il segno dell'amicizia e l'amicia e' la luce del mondo, la fiamma che il nostro cuore riscalda. E' la luce che rischiarera' ora la strada di Birgilio affinche' possa condurlo  subito al Regno di Dio!
Tace ed attende che la sorella del caro defunto si avvicini per accendere i ceri.[/i]  

Affaticato e stanco inizia  a parlare con una nota di enorme commozione.

Siamo qui oggi fratello, cugino amato Birgilio   per accompagnarti verso  il Signore e siamo molti.
La palmaria e' stracolma di gente.
Chi ti ha conosciuto ed amato soffre quest'oggi ed io sono tra loro.
Ma sono anche consapevole che il tuo viaggio verso il paradiso solare sara' un attimo di gioia per tutti coloro  che sperano.


Si schiari' la voce

[/b] Tanti anni  passati e molti con la tua amicizia e la tua presenza  resteranno  scolpiti nella mia memoria.
Ti ringrazio  amico mio, cugino mio  per avermi dato l'opportunita' di  conoscerti per quello che veremente eri [/b]

Tace Tacuma e una lacrima gli solca la gota.
non e' facile accompagnare  nel suo ultimo viaggio un defunto, poiche' la parte cosi' squisitamente umana  di ogni essere  viene prepotentemente a galla  e il dolore si sente e fa male, ma quando quel defunto e' un tuo congiunto tutto diventa piu' duro.

Deglutisce e continua a parlare.

Dobbiamo essere forti  ed avere la consapevolezza che il nostro amato Birgilio restera' sempre  nei nostri cuori e nei nostri pensieri, che egli ci  guidera'  nelle nostre giornate.

La bara viene calata nella tomba

_________________

Tacuma
Admin

Messaggi : 76
Data d'iscrizione : 02.03.12

Vedere il profilo dell'utente http://giustinianiborgia.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum