Tumulazione di Caligola. de' Giustiniani Borgia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Tumulazione di Caligola. de' Giustiniani Borgia

Messaggio  Tacuma il Mer Lug 24, 2013 4:19 pm

Il carro era giunto tardi, quasi all'ombrunire.
Il percorso era stato lungo.
Ora la piccola cappella di famiglia era gremita di parenti.

La' a dare l'ultimo saluto a Caligola.
Tacuma si segno ed invito ' presenti a raccogliersi in preghiera prima di raggiungere il piccolo cimitero che si adagiava lungo il golfo.

_________________

Tacuma
Admin

Messaggi : 76
Data d'iscrizione : 02.03.12

Vedere il profilo dell'utente http://giustinianiborgia.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tumulazione di Caligola. de' Giustiniani Borgia

Messaggio  m.azzurra il Mar Lug 30, 2013 2:28 pm

Era venuto il momento nel dare il saluto all'amato figlio Caligola,

Nel mentre che aspettava gli ultimi arrivi dei suoi amici, m.azzurra ebbe un mancamento e recitò la preghiera della Fede, per non cadere nello sconforto totale.


DAMMI FEDE

Signore, dammi fede:

fede nella tua grazia, nella tua misericordia,

nella tua Provvidenza che vigila, dirige, permette;

dammi fede nel bene, nella bontà, nell'opera alla quale

tu mi hai chiamato a collaborare,

fede nell'infinitamente piccolo, che tu,

con la fecondità misteriosa della tua grazia,

puoi trasformare nell'infinitamente grande.

Che io creda che nulla avviene invano,

che il più piccolo atto compiuto per tuo amore

ha un valore grande dinanzi a te.

O Dio, crediamo nella tua parola.

O Dio, speriamo nelle tue promesse.

O Dio, ti amiamo sopra ad ogni cosa.

O Dio, concedi a tutti la tua pace.

m.azzurra

Messaggi : 679
Data d'iscrizione : 29.05.12

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tumulazione di Caligola. de' Giustiniani Borgia

Messaggio  Tacuma il Mar Lug 30, 2013 4:19 pm

 Fratelli carissimi possiamo avviarci verso il cimiterio della palmaria e tumulare  il nostro amato Caligola.

Poi lentamente  il triste corteo  si avvio'  verso l'angolo di  di quiete che si adagiava  lungo il golfo.

La bara fu  calata nella fossa e ogni presente getto' un pugno di  quella terra che  lo vide giovane felice.

Tacuma si avvicino'  alla bara e congiunte le mani sussurro'


A "Dio" Caligola.
Ci uniremo a te.
Questa e' la nostra speranza per  il futuro

_________________

Tacuma
Admin

Messaggi : 76
Data d'iscrizione : 02.03.12

Vedere il profilo dell'utente http://giustinianiborgia.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tumulazione di Caligola. de' Giustiniani Borgia

Messaggio  m.azzurra il Mer Lug 31, 2013 8:36 pm

A "Dio" Caligola.
Ci uniremo a te.
Questa è la nostra speranza per  il futuro


Disse con un tono di voce molto basso.
.
Prese un pugno con della terra della sua amata Palmaria  e lo depositò sulla bara, con la fede e la  speranza nel cuore, della promessa del paradiso solare dei Giusti.

m.azzurra

Messaggi : 679
Data d'iscrizione : 29.05.12

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Preghiera

Messaggio  Platonic il Ven Ago 02, 2013 7:58 am

Platonico si mise accanto alla sua dolcissima amica, guardo negli occhi S.E.Tacuma, stava in silenzio senza dire una parola, mentre pensava ad una poesia...

Il giusto, anche se muore prematuramente, troverà riposo.
Vecchiaia veneranda non è la longevità,
né si calcola dal numero degli anni;
ma la canizie per gli uomini sta nella sapienza;
e un'età senile è una vita senza macchia.
Divenuto caro a Dio, fu amato da lui
e poiché viveva fra peccatori, fu trasferito.
Fu rapito, perché la malizia non ne mutasse i sentimenti
o l'inganno non ne traviasse l'animo,
poiché il fascino del vizio deturpa anche il bene
e il turbine della passione travolge una mente semplice.
Giunto in breve alla perfezione,
ha compiuto una lunga carriera.
La sua anima fu gradita al Signore;
perciò egli lo tolse in fretta da un ambiente malvagio.
I popoli vedono senza comprendere;
non riflettono nella mente a questo fatto
che la grazia e la misericordia sono per i suoi eletti
e la protezione per i suoi santi.
Il giusto defunto condanna gli empi ancora in vita;
una giovinezza, giunta in breve alla perfezione,
condanna la lunga vecchiaia dell'ingiusto.


poi si mise a pregare...

Platonic
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Tumulazione di Caligola. de' Giustiniani Borgia

Messaggio  Tatara il Ven Ago 02, 2013 12:28 pm

Anche il piccolo Tatara decise di seguire tutti i presenti, in modo particolare sua madre restava in silenzio senza dire una parola.

Quando vide che  quell'uomo anziano aveva fatto il segno della croce subitò cercò di imitarlo,ad un certo punto vide che sua madre si era messa a pregare, aveva un espressione così triste che il piccolo non riuscì a resistere, alzò la manina verso il vestito di lei e la strattonò leggermente  sorridendo per nascondere anche lui la sua tristezza nella speranza che questo piccolo gesto l'aiutasse a capire che non era sola.

Dopo poco vide che la bara di suo fratello veniva calata in una fossa, in quel momento si spaventò per un istante nel pensare che il luogo dove suo fratello avrebbe riposato sarebbe stato così buio.


- Riposa in ppace fratelllone... -

Sussurrò all'improvviso così piano che nemmeno lui stesso si era sentito, mentre una lacrima gli solcava il viso.

Tatara

Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 02.08.13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tumulazione di Caligola. de' Giustiniani Borgia

Messaggio  Don Pio il Dom Ago 04, 2013 12:02 pm

Don Pio il vecchio vescovo non avrebbe mai pensato di vedere uno die suoi nipotini muorire, pensava sempre che chi dovesse morrire prima fosse stato lui. Una lacrima dopo l'altra scendeva dalla sua fascia e come ultimo segno di affetto presse un cioccolatino e lo misse accanto alla salma del suo nipote che ora stava da dio nel paradiso solare.

_________________
+++ Riposo in Pace ... o allmeno ci sto provando +++

Don Pio

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 02.03.12
Età : 32
Località : Cripta di Famiglia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tumulazione di Caligola. de' Giustiniani Borgia

Messaggio  m.azzurra il Dom Ago 04, 2013 7:36 pm

M.azzurra prese abbracciò il suo piccolo figlio Tatara e poi si commosse all'arrivo del suo anziano padre Pio,
che non vedeva da ormai tanto tempo. Troppo tempo.
Quanti dolci ricordi.
Ma ora guardava i suoi congiunti e pensò che era giunto il tempo di reagire e con lo sguardo cercava anche Alberth l'altro amato figlio sacerdote e così per amore della sua famiglia sarebbe andata avanti, anche grazie all'amore dell'Altissimo e al sostegno di suo nonno Tacuma, che mai l'abbandonava seppure lontano.

m.azzurra

Messaggi : 679
Data d'iscrizione : 29.05.12

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tumulazione di Caligola. de' Giustiniani Borgia

Messaggio  Alberth il Gio Ago 15, 2013 5:52 pm

Alberth, non aveva potuto essere presente fisicamente all'inumazione della salma del fratello Caligola, ma aveva molto pregato per l'anima del fratello e per i propri parenti nel dolore dal convento nel quale si era ritirato.
Ora però, era giunto il momento di andare alla Palmaria a visitare la tomba del fratello.
Arrivatovi davanti, si inginocchiò ed elevò una preghiera

La pace perenne accolga
le tue spoglie mortali,
la luce del sole illumini,
la tua anima piena di grazia
che ha lasciato la terra
e deciso di non rinascere
ma di affrontare il giudizio divino.
Ammettila, o Sommo Bene,
alla tua presenza.
 

Dopodiché, disse:
Fratello, ci rivedremo al cospetto dell'Onnipotente.
Proteggici da lassù

Detti questo, si alzò e si avviò verso la residenza di famiglia.

Alberth
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Tumulazione di Caligola. de' Giustiniani Borgia

Messaggio  m.azzurra il Sab Apr 18, 2015 11:43 pm

Si recò nella tomba del figlio Caligola per recitare la Compieta prima di andare a coricarsi.

Aprì il messale posizionandosi sul salmo e sulle preghiere specifiche per la prima settimana di ogni mese e per la giornata di Sabato

Iniziò quindi con l'invocazione di introduzione:


"La Divinità è onnipotente
Essa è Infinita, Eterna, Onniscente e Onnipresente.."

poi recitò l' Inno Alla Divinità è onnipotente

Ho vissuto a lungo in una caverna platonica

Dove le cavità oscure e i neri corvi

I miei occhi confusi da questo dipinto confuso

l'Onnipotente, il Giusto, l'Amore metafisico


E' là che ho compreso, in un piacere tranquillo,

che questi spettri fugaci che mi ghiacciavano il cuore

E che ragionando bene, e accogliendo la felicità,



Poi fu il momento dei Logia previsti per la prima settimana del mese il giorno del sabato

I Logia

(Aristotele)
-Sedicesimo logion: Tutta le arti e tutte le ricerche, così come qualsiasi azione o deliberazione frutto di riflessione, tendono, a quanto pare, a qualche bene. Quindi non vi è assolutamente alcuna ragione di definire il bene, questa perfezione virtuosa e luce solare cui si tende in tutte le circostanze.

-Diciassettesimo logion: Colui che sarà inviato dal Logos Supremo per completare la mia opera guiderà l'umanità nella ricerca della divina medietà persino tra le incerte nebbie della futura guerra delle idee. Lui e i suoi successori porranno il loro seggio in una città nel medesimo tempo ideale e dallo spirito universale che irradierà la Fede al di là del Mar Tirreno e brillerà sull'umanità intera.

-Diciottesimo logion: la felicità è una forma di contemplazione che il saggio deve impegnarsi a perseguire.

(Christos)
-Logion 16: Quando parlava della vita, Christos si esaltava: "Densità delle densità, tutto è soltanto densità." o: "Un uomo vale più di tutto ciò che ha fatto, che sia buono o cattivo", o anche: "La vita non vale nulla, nulla, ma io quando tengo nelle mie mani stupite le due piccole mani del mio amico, allora dico nulla, nulla vale la vita!"

-Logion 18: A coloro ai quali l’Altissimo sembrava inaccessibile, anche dopo le dimostrazioni di Aristotele, Christos diceva: "Per avvicinarsi a Dio e alla comprensione dell'universo, l'arte è per voi un mezzo più sicuro che la ragione e la filosofia. Immaginate un corpo in putrefazione, gli intestini marcescenti, gli occhi da carogna, le carni a brandelli... e ditevi che questo corpo è capace d’amare, pensare, sentire, fare l'amore, piangere... ma anche di comporre musica, dipingere affreschi, scrivere poesie... tali opere di cui si può ancora godere oggi.

-Logion 19: Christos disse: "Se vi chiedete; Chi sono io? Da dove vengo? Dove vado? Allora potete anche rispondervi: Io sono io, vengo da casa mia me, e vi ritorno.


Salmo sull'Amicizia

Nessuno sceglierebbe di vivere senza amici,

Gli amici sono necessari nella prosperità come nel bisogno,

nella vita privata come nella vita pubblica.

L'uomo felice ha bisogno di amici buoni,

L'amicizia perfetta è solo quella tra persone buone,

L'amicizia fondata sulla virtù è stabile, permanente,

il desiderio di diventare amici può nascere velocemente,

L'amicizia che stringono tra loro gli uomini buoni è perfetta,

Poichè'amicizia è un riflesso dell'Amore di Dio verso di noi

Preghiera finale

Al termine del giorno, o sommo Creatore, vegliaci nel riposo con amore di Padre. Dona salute al corpo e fervore allo spirito, la tua luce rischiari le ombre della notte. Tieni lontano le insidie della creatura senza nome; veglino su di noi gli arcangeli e ci custodiscano nella pace. Nel sonno delle membra resti fedele il cuore, e al ritorno dell'alba intoni la tua lode Amen.

Finite le preghiere tornò nella sua cella per il riposo notturno.

_________________
ACCANTO ALLA VITA SEMPRE

m.azzurra

Messaggi : 679
Data d'iscrizione : 29.05.12

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tumulazione di Caligola. de' Giustiniani Borgia

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum