i libri della chiesa da jalisse

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

i libri della chiesa da jalisse

Messaggio  m.azzurra il Dom Ago 09, 2015 8:49 am

libri, le idee e la fede


A cosa servono i libri?

Ci sono varie tipologie di libri:
- alcuni consentono di acquisire una virtù morale (conoscenze della Via della Chiesa)
- alcuni consentono di superare una certa soglia in conoscenze della Via della Chiesa
- alcuni consentono di acquisire determinate idee sul trascendente.

I libri sulle virtù morali quando sono letti la prima volta concedono una virtù allo 0%, alla seconda lettura invece la concedono al 50%, quindi non conviene studiare in Università una virtù prima di aver letto due volte il libro corrispondente. La lettura di questi libri talvolta è anche un prerequisito per superare una certa soglia della corrispondente virtù (vedi guida alla Via della Chiesa) ma, come detto, quando li si legge conviene farlo due volte e arrivare subito al 50%.

I libri sulle idee concedono un’idea ad una percentuale pari a intelligenza / 2, quindi non conviene leggerli prima di aver raggiunto 200 di intelligenza.
Il menu trascendentale, in cui compaiono le idee, non riporta la percentuale di convinzione, ma una descrizione che rappresenta la percentuale (la traduzione è dal francese quindi non è assolutamente accurata):
- 0-9% : Che sciocchezza pensare che...
- 10- 19% : Vi sembra improbabile che...
- 20- 29% : Vi è venuta in mente a volte un'idea strana, che non vi convince del tutto, ossia che...
- 30- 39% : Dite a voi stessi che, forse,...
- 40- 49% : Non vi sembra follia dire che...
- 50- 59% : Vi sembra ragionevole sostenere che...
- 60- 69% : Sottoscrivete l'idea che...
- 70- 79% : Siete pienamente convinti che...
- 80- 89% : Sapete che...
- 90- 99% : Avete pienamente compreso che...
- 100% : Bisogna avere una visione chiara e univoca che...

Attenzione, ci sono idee tra loro opposte, quindi leggere un libro che ne conferisce una può minare le vostre convinzioni circa l'altra!
Alla nascita il personaggio già possiede alcune sue idee innate.
Le idee si possono acquisire, oltre che leggendo i libri, anche andando a messa (sia pur in percentuali modeste ad ogni presenza alla funzione), se il chierico che la tiene possiede le conoscenze necessarie, come spiegato nella guida alla Via della Chiesa. Andare a messa quindi può comportare l'acquisizione di idee contrapposte, con conseguenze negative sulla fede.

Se inizierete ad avere una certa "confusione" concettuale, ossia a cambiare idea sulle cose, diventerete infatti meno credenti (questo al momento non ha conseguenze IG). Se invece acquisirete idee tra loro compatibili con percentuali via via crescenti, la fede aumenterà.
Anche la convinzione nella fede non è espressa da percentuali, ma da frasi. Potete vedere quanto credete consultando il menu trascendentale. Questi sono i livelli noti:

Siete estremamente credenti.
Siete molto credenti.
Siete dei buoni credenti.
Siete credenti.
Siete un po' credenti.
Siete poco credenti.
Dubitate della vostra fede.
Dubitate veramente molto della vostra fede.
Non credete nella trascendenza, siete atei.

Le idee sono 5 (la traduzione può non essere del tutto accurata):

I - La Divinità è onnipotente (non ha opposti)

II - Le cose (due convinzioni tra loro opposte)
1) le cose sono copie delle idee
2) l’essenza delle cose è intrinseca alle cose e dà loro forma

III - La bellezza (due convinzioni tra loro opposte)
1) la bellezza sensibile altro non è che immagine della Bellezza Eterna che l'anima un tempo già contemplò
2) la bellezza risulta dalla presenza di certe proporzioni, certe misure e ritmi armoniosi

IV - La saggezza (due convinzioni tra loro opposte)
1) la felicità è una forma di contemplazione che il saggio deve impegnarsi a perseguire
2) l'uomo saggio ha il dovere di partecipare alla vita della città

V - La metafisica (due convinzioni tra loro opposte)
1) la metafisica è la scienza delle cause prime
2) la metafisica è la scienza di ciò che è in quanto è: come dire, dell'essere in quanto essere.

Ogni libro è scritto in una lingua, il più delle volte è il greco. Per leggere un libro bisogna conoscere la lingua appropriata e la lettura può influenzare la conoscenza di quella lingua, come si dirà oltre.


Come si legge un libro?
Leggere un libro è un’azione.
Per leggere un libro serve la conoscenza di una lingua a una certa percentuale, nel catalogo dei libri è indicato quale lingua e quale percentuale.
Se leggete un libro avendo pochi punti in lingua meno del necessario, nel 50% dei casi non ci riuscirete. Se ci riuscirete però acquisirete automaticamente anche uno 0 - 5% in più di conoscenza della lingua.
Se leggete un libro avendo più punti in lingua più del necessario, ci riuscirete automaticamente e nel 33% dei casi acquisirete anche uno 0 - 5% in più di conoscenza della lingua. Se avete tanti punti in più del necessario, la vostra conoscenza della lingua resterà inalterata.


Catalogo dei libri

Al di sotto di ogni libro il simbolo Idea indica in quali Università reperire il volume (in ordine alfabetico; prima riga in Italia, seconda fuori).
Per ogni libro è anche indicata la consocenza di lingua necessaria alla lettura.


Libri sulle virtù morali

- “Etica Nicomachea: I – Il bene e la felicità” concede “Il Bene”
richiesto greco almeno al 51%
Abruzzi, Repubblica di Genova, Repubblica Fiorentina
Albania, Artois, Baden, Bayern, Bourbon-Auvergne, Bourgogne, Cataluña, Flandres, Franche-Comté, Grecia, Maine, Nurmberg, Provence, Sussex, Toulouse, Touraine

- “Etica Nicomachea: II – La virtù” concede “La Virtù”
richiesto greco almeno al 51%
Repubblica di Siena, Terra di Lavoro
Alençon, Aragón. Augsburg, Baden, Berry, Bretagne, Champagne, Devon, Hrvatska, Limousin, Mainz, Österreich, Périgord, Provence, Savoie, Touraine

- “Etica Nicomachea: III – Il Coraggio e la Temperanza” concede “La Temperanza”
richiesto greco almeno al 51%
Ducato di Milano, Ducato di Modena, Repubblica di Siena, Terra di Lavoro
Albania, Alençon, Anjou, Aragón, Bretagne, Devon, Grecia, Languedoc, Normandie, Nurmberg, Österreich, Savoie, Steiermark, Sussex, Toulouse, Württemberg

- “Etica Nicomachea: IV – Le altre virtù” concede “La Virtù”
richiesto greco almeno al 51%
Ducato di Milano, Repubblica Fiorentina
Anjou, Aragón, Augsburg, Bourbon-Auvergne, Bourgogne, Devon, Hrvatska, Languedoc, Limousin, Lyonnais-Dauphiné, Mainz, Normandie, Périgord

- “Etica Nicomachea: V – La Giustizia” concede “La Giustizia”
richiesto greco almeno al 51%
Ducato di Modena, Repubblica di Genova, Serenissima Repubblica di Venezia
Anjou, Artois, Bayern, Berry, Cataluña, Franche-Comté, Flandres, Holland, Lyonnais-Dauphiné, Maine, Orléanais, Poitou, Steiermark

- “Etica Nicomachea: VIII – L’amicizia” concede “L’Amicizia”
richiesto greco almeno al 51%
Abruzzi, Serenissima Repubblica di Venezia
Champagne, Devon, Flandres, Holland, Orléanais, Poitou, Württemberg


Libri sulle idee (comprendono anche i testi necessari per lo studio di Ontologia e Teologia; tutti questi libri in Italia non sono reperibili)

- “Etica Nicomachea: X – La vera gioia” concede “La felicità è una forma di contemplazione che il saggio deve impegnarsi a perseguire”
richiesto greco almeno al 51%
Alençon, Anjou, Bretagne, Champagne, Flandres, Languedoc, Normandie, Savoie, Touraine, Provence

- “Timeo” concede “La Divinità è onnipotente”
richiesto greco almeno al 51%
Anjou, Baden, Berry, Bourgogne, Devon, Franche-Comté, Lyonnais-Dauphiné, Sussex

- “Il simposio” concede “La bellezza sensibile altro non è che immagine della Bellezza Eterna che l'anima un tempo già contemplò” e “Le cose sono copie delle idee”
richiesto greco almeno al 61%
Anjou, Bretagne, Devon, Limousin, Normandie

- “Parmenide” concede “Le cose sono copie delle idee”
richiesto greco almeno al 61% e/o lingue moderne al 25% (non è chiaro)
Anjou, Artois, Berry, Bretagne, Champagne, Flandres, Limousin, Normandie, Poitou, Touraine

- “La metafisica A” concede Teologia e “La metafisica è la scienza delle cause prime”
richiesto greco almeno al 65%
Artois, Baden, Bourgogne, Champagne, Devon, Flandres, Franche-Comté, Limousin, Savoie

- “La fisica” concede “La Divinità è onnipotente” e “ L’essenza delle cose è intrinseca alle cose e dà loro forma”
richiesto greco almeno al 65% e Logica al 100%
Bourbon-Auvergne, Franche-Comté, Lyonnais-Dauphiné, Provence

- “La metafisica Z” concede “La metafisica è la scienza di ciò che è in quanto è: come dire, dell'essere in quanto essere”
richiesto greco almeno al 85%
Bourbon-Auvergne, Provence

- “La metafisica Γ (gamma)” concede Ontologia “La metafisica è la scienza di ciò che è in quanto è: come dire, dell'essere in quanto essere”
richiesto greco almeno al 85%
Alençon, Anjou, Berry, Bretagne, Touraine

- “La metafisica E” concede “ L’essenza delle cose è intrinseca alle cose e dà loro forma”
richiesto greco almeno al 89% e il significato dell’essere al 100%
Bourgogne, Frache Comtè, Limousin, Lyonnais-Dauphiné, Savoie

- “De natura deorum” concede “La Divinità è onnipotente”
richiesto latino almeno al 25%
Alençon, Bourbon-Auvergne, Bretagne, Languedoc, Limousin, Touraine, Provence

- “La repubblica” concede “L'uomo saggio ha il dovere di partecipare alla vita della città”
richiesto lingue moderne almeno al 65%
Baden, Bourbon-Auvergne, Devon, Limousin, Poitou, Sussex

- “La poesia” concede “La bellezza risulta dalla presenza di certe proporzioni, certe misure e ritmi armoniosi”
prerequisito ignoto, il libro è scritto in greco
Artois, Berry, Bourbon-Auvergne, Bourgogne, Franche-Comté, Languedoc, Maine, Orléanais, Périgord, Poitou, Savoie, Provence

- “De providentia” concede “La Divinità è onnipotente”
prerequisito ignoto, il libro è scritto in latino
Artois, Berry, Devon, Franche-Comté, Orléanais, Poitou.

_________________
ACCANTO ALLA VITA SEMPRE
avatar
m.azzurra

Messaggi : 681
Data d'iscrizione : 29.05.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum